Archivi categoria: I TOUR DEI PREDATORI

QUESTO SPAZIO E’ DEDICATO AI TOUR CHE VERRANNO CREATI DAI GRUPPI OPERATIVI DISLOCATI SUI PROPRI TERRITORI, IN OGNI TOUR, SONO RACCONTATI ANTICHI MITI E LEGGENDE TRAMANDATI ORALMENTE DAGLI ABITANTI.

QUESTI PERCORSI SI BASANO SULLA CONOSCENZA INTIMA DEI LUOGHI, SONO IL FRUTTO DI UNA ELABORAZIONE LETTERALE BASATA SU STORIE SCONOSCIUTE AI PIU’, ASSURGONO INFINE A STORIOGRAFIA POPOLARE, SOLO DOPO IL VAGLIO DELLE NOTIZIE RIPORTATE DAI MEMBRI DEI GRUPPI E DOPO ESSERE STATE FILTRATE DALLA COLLABORAZIONE DI STUDIOSI E RICERCATORI.

SI TENTA DI VALORIZZARE IL TESSUTO STORICO DEI LUOGHI INTERESSATI, RESTITUENDO LA STORIA POPOLARE E I RACCONTI PIU’ AFFASCINANTI AI PROPRI COABITANTI, CON IL FINE DI RENDERE ALL’OCCHIO DEL VISITATORE UNA REALE PERCEZIONE DI UNA REALTA’ SCOMPARSA CHE RIVIVE SOLO NELLE TRADIZIONI LOCALI.

OGNI VISITATORE CURIOSO MERITA LA CONOSCENZA DEL TESSUTO STORICO DEL LUOGO CHE VISITA, ANCHE SE ALCUNE VOLTE SI E’ PERSO IL RIFERIMENTO DI FATTI E VICENDE PIU’ O MENO CONOSCIUTE, ATTRAVERSO IL RACCONTO DI UNA GUIDA L’UTENTE FINALE POTRA’ TOCCARE CON MANO COSA HANNO VISSUTO NEI SECOLI GLI ABITANTI DI QUEI POSTI.

Hippy Market, since 1973

BE HAPPY BE HIPPY: questo lo slogan del mercatino HippyA�del Club Punta Arabi di Es Canar, A�piA? famoso di Ibiza.

 

Mappa dell'Hippy Market Ibiza Punta Arabi
Mappa dell’Hippy Market
Ibiza
Punta Arabi

 

Correva l’anno 1973 quando il Club del Punta Arabi ha aperto il suo spazio ad artigiani autoctoni offrendo loro la possibilitA� di vendere oggetti fatti a mano e tipici dell’isola. Da lA� a poco il mercoledA� A? divenuta una tappa obbligata. Ed oggi, come 40 anni fa, piA? di 500A�artigiani e artisti offrono una grande varietA? di oggettistica, vestiti di lino per grandi e piccini, antiquariato , foulards, cosmetica naturale al passante. Ogni mercoledA� Es Canar si accende di magia.

 

Hippy Market Ibiza www.megalithic.it
Hippy Market
Ibiza
www.megalithic.it

Oltre le bancherelle , le stradine del Punta Arabi si riempiono di musica e di spettacoli.

 

Una delle stradine ricca di artigiani,artisti e turisti
Una delle stradine ricca di artigiani,artisti e turisti

 

in una delle stradine del Mercatino
in una delle stradine del Mercatino

Paella, tapas, olio extravergine di oliva, sale, lino, quadri, tatuaggi all’hennA?, occhiali di legno, braccialetti di tutti tipi e forme, A�tutto “handmade“. A�Bancarella dopo bancarella e si entra in una magia che ti rimane nell’anima per i giorni successivi.

Pace, amore, voglia di un mondo migliore, acqua vista come bene comune, senso di comunitA�. Questo assieme a sensazioni indescrivibili di respira in questo spaccata di comunitA�.

immancabile la foto ricordo nello stand ufficiale del mercato vestiti da Hippy. Ve la doniamo, sperando che vi abbiamo fatto venire la voglia di partire e visitare quest’isola meravigliosa e, in n mercoledA� da aprile ad ottobre visitare l’hippy market, facendovi trasportare dalle musiche, dagli odori, dalla storia.

Foto ricordo #behappybehippy Ibiza Es Canar-punta Arabi Hippy Market
Foto ricordo #behappybehippy
Ibiza
Es Canar-punta Arabi
Hippy Market

Seguiteci!

Buon viaggio

 

Ilaria Fontana

Gruppo megalitic.it

Calamari alla romana: tra storia e .. frittura

Questo piatto, la cui realizzazione consta di pochissimi ingredienti (calamari o totani, farina, olio bollente), pare abbia origini antichissime. Si pensa infatti che sia nato in Spagna, nazione in cui tutt’oggi iA�LOS CALAMARES A LA ROMANA sono nel menA? di tutti i ristoranti. A�Dicono che nascano proprio in Andalusia (o antica Betica), terra Romana per eccellenza. Lo dimostrano i due imperatori Adriano e Traiano.

Exif_JPEG_PICTURE

 

Quindi la prossima volta che mangerete una buona frittura di calamari, pensate che molto tempo fa, anche in nostri Avi degustavano i nostri stessi sapori!

 

 

appuntamento nel centro storico di Frosinone per la terza edizione della passeggiata notturna tra storia e leggende con il gruppo megalithic

L’Associazione “Ci vediamo in provincia” ripropone la passeggiata tra i vicoli del centro storico della nostra cittA� tra storia e leggenda in una versione aggiornata, con diversi ospiti.

Siamo alla III EDIZIONE e gli organizzatori hanno scelto di rivisitare il vecchio percorso e modificarlo anche a seguito delle nuove ri-scoperte dei maggiori punti di interesse del centro ciociaro.

Le novitA� riguardano il punto di partenza non piA? il piazzale Vittorio Veneto ma l’imbocco superiore della viuzza intitolata a Giovanni Amendola, poi grazie alla musica di sottofondo suonata dalla musicista Ilenia Lombardi A�i partecipanti entreranno nella zona piA? interna e antica del centro, raggiungeranno i vicoli e gli antichi palazzi raggiungendo poi l’antica piazza della libertA� commemorando i martiri della libertA� ciociari, rievocando antichi racconti e leggende.

Il percorso prevede:
narrazione della storia dei luoghi piA? antichi del centro storico dalle mura ai percorsi sotterranei, commemorazione al monumento dei martiri, e palazzo prefettura, passaggio delle acque e cisterne nel centro, storia recente dell’evangelizzazione dei briganti.
alla fine del tour A? previsto un appuntamento facoltativo con il gruppo megalithic.it al bar tucci per un apericena a prezzo fisso 12 euro con consumazione (esclusi ricavi per l’associazione)
intrattenimento musicale in 2 diversi punti del percorso e ospiti”

lunghezza km1,5 circa
durata 2 h circa

l’evento sarA� gratuito e in pieno stile associativo, non mancate e seguite sulla pagina predatori della ciociaria perduta di facebook

Vi aspettiam16 luglioo!

I Piccoli Predatori della Ciociaria perduta vi danno appuntamento il 27 maggio e 4 giugno.

IlA�A�progettoA�a�?Piccoli predatori della Ciociaria perduta 2016a�?, A�A? giunto al momento della presentazione finale al pubblico, lo sforzo dei volontari e volto alla realizzazione della campagna di sensibilizzazioneA�alla tutela dei beni culturali e paesaggistici della provincia di Frosinone iniziata nel 2014 dalla��Associazione culturale “Ci Vediamo in provinciaA�”.

Il progetto A? giunto alla sua seconda edizione (per vedere la prima ed.A�clicca qui) e sarA� mostrato al pubblico durante la premiazione dei giovani studenti e la consegna dei premi ai partecipanti.

Fumetto realizzato durante il progetto "I piccoli predatori della Ciocairia perduta" - I ed. - 2015
Fumetto realizzato durante il progetto “I piccoli predatori della Ciocairia perduta” – I ed. – 2015

 

Protagonisti delle attivitA� di questa��anno sono i ragazzi della��Istituto comprensivo Frosinone Quarto cosA� suddivisi:

i ragazzi della scuola secondaria di primo grado plesso Campo Coni ci danno appuntamento il 27 maggio alle ore 16.00 presso la��Auditorium comunale A�P. Colapietro;

mentre per iA� ragazzi della scuola primaria, l’appuntamento A? fissato per il 4 giugno alle ore 16.00 presso la��Aula Magna della��Istituto di Istruzione Superiore “Brunelleschi Da Vinci” (ragioneria) A�di Frosinone.

 

Lezione con i piccoli Predatori della Ciociaria perduta
Lezione con i piccoli Predatori della Ciociaria perduta

 

La��idea di fondo del Gruppo MegalithicA� (Associazione a�?Ci vediamo in provinciaa�?) A? quello di avvicinare gli alunni delle classi primarie e secondarie di primo grado ai temi della tutela della tradizione culturale e paesaggistica per riuscire a valorizzare e tutelare i beni culturali e del paesaggio della splendida terra ciociara attraverso il progetto scolastico chiamato “I Piccoli Predatori della Ciociaria Perduta”.

I bambini al centro del progetto hanno svolto diverse attivitA� ( hanno partecipato ad incontri tematici con dibattiti sulla storia dei nostri luoghi, hanno redatto un questionario basato su quanto conoscono del loro territorio, scritto un racconto raccolto dalla tradizione orale delle loro famiglie, si sono cimentati con giochi sviluppati per la��apprendimento della��archeologia, hanno realizzato un video e costruito i personaggi di un fumetto inedito) coadiuvati dalla��aiuto di volontari della��associazione e partner del progetto come archeologi, scrittori , fumettisti, registi, ricercatori locali.

Sul sito www.megalithic.it sarA� pubblicato il racconto finale, un video e ad un fumetto inediti, a testimonianza del lavoro fatto per non dimenticare i luoghi piA? rappresentativi e le vicende storiche locali. La��operazione di riscoperta del proprio territorio continuerA� attraverso giochi e quiz che verranno pubblicati nella rubrica del sito” megalithic.it – piccoli predatori – archeologic games ” , una apposita pagina del sito dedicata ai piA? piccoli, per la riscoperta del patrimonio della provincia di Frosinone, e l’approfondimento di temi internazionali correlati alla storia e la natura.

la copertina del fumetto - II edizione
la copertina del fumetto – II edizione

 

Il percorso didattico di questo anno ha coinvolto piA? di 250 bambini A�si A? sviluppato attraverso 16 appuntamenti in classe condotti dalla��ideatore Dott. Paolo Ruggeri, affiancato rispettivamente dallo scrittore di saggi sui popoli italici, Dottor Massimiliano Mancini, per parlare dei Volsci; dalla giovane studentessa di archeologia Ilenia Lungo, per spiegare i primi passi della��archeologia moderna e scoprire i siti archeologici piA? importanti del mondo, infine dal fumettista Stefano Spaziani, per creare i personaggi e le storie del fumetto dedicato alla cittA� di Frosinone.

Ideatore progetto Dott. Paolo Ruggeri
Ideatore progetto Dott. Paolo Ruggeri

 

Nel ringraziare tutto il corpo docente e il Dirigente scolastico Dott. Giovanni Guglielmi per la partecipazione, A�nonchA� lo sponsor ufficiale del Progetto: A�laa�?centrale del latte del frusinatea�?;

I Predatori della Ciociaria perduta al completo vi aspetteranno per condividere questa bellissima avventura il 27 maggio e il 4 giugno, non mancate!

Sponsor  ufficiale : Centrale del latte del frusinate
Sponsor ufficiale : Centrale del latte del frusinate

 

Staff Gruppo Megalithic

A�

 

 

a tarquinia ci piace il beb di nonna luisa

http://www.nonnaluisa.it/

lo consigliamo a tutti e se vi presentate dicendo che lo avete letto su megalithic, la proprietaria saprA� come accogliervi 😀

i racconti dei piccoli predatori di tecchiena per il primo progetto 2015

058
il materiale raccolto nel faldone dei piccoli predatori di Tecchiena

Il Lavoro svolto presso il plesso scolastico Egnazio Danti di Tecchiena racconta dello sforzo condiviso tra insegnanti, alunni, team associativo A�del sito megalithic.it (ass.”civediamoinprovincia”), al fine di realizzare un racconto sulla propria terra di origine, un modo di interazione che aiuta a comprender il valore ed il rispetto con il patrimonio. Beni culturali e paesaggistici sono oggetti giuridici che raccolgono una tradizione culturale di difesa e tutela verso beni collettivi, che deve essere tramandata ai giovani attraverso ogni canale di informazione . I bambini al centro del progetto hanno svolto ogni attivitA� prevista (redazione di un questionario, un racconto, giochi sviluppati per l’apprendimento dell’archeologia) coadiuvati dall’aiuto di volontari dell’associazione e partner del progetto come archeologi,scrittori , fumettisti, registi,e ricercatori, il racconto finale resta impresso nel mondo del web grazie ad un video, un fumetto, pubblicati dall’associazione a testimonianza dei propri ricordi indelebili, unici e territoriali.

I dati:

– circa 10 i membri del corpo docente coinvolto nel progetto

– circa 180 studenti del plesso E.DANTI Tecchiena suddivisi per 3 gruppi diversi;

– 5 appuntamenti totali compresa premiazione con quiz e premi offerti dall’ass. e dallo sponsor CENTRALE DEL LATTE A�DEL FRUSINATE ;

– volontari: Ilenia lungo;Stefano Spaziani; Massimiliano Mancini;Paolo Ruggeri;Ilaria Fontana;

– grazie all’interazione raccolti piA? di 180 racconti del territorio : leggende, miti, tradizione orale, tradizione religiosa, racconti di episodi storici dei dintorni, etc…)

– Gadgets distribuiti e premi (200 spillette- 20 copie del fumetto- 180 questionari e mappe preistoriche della provincia di Frosinone)

– circa 34 ore totali effettive di lavoro in classe

– A�piA? di 16 appuntamenti tra volontari e gruppi di lavoro (tot. gruppi3: …. 2 x A�classi elementari (5 cla. totali) … + A�1 x 3 classi medie)

Si ringrazia la Preside, i docenti A�e tutto il personale della Scuola E.Danti di Tecchiena.

special thanks to: Ilaria Fontana;Stefano Spaziani;Massimiliano Mancini;Ilenia Lungo;Enzo Fontana;Marina Savo;Stefano Alunno Mancini;

predatori

158
alcuni momenti dello svolgimento attivitA� in aula
piccoli predatori
premiazione 2015
piccoli predatori 2
quiz e premi in finale
piccoli 1
gli alunni delle elementari le mole
045
alunni istituto E.Danti


072 082

il fumetto dei Piccoli Predatori di Tecchiena (FR)

vignetta senza dialoghi
Il FUMETTO realizzato da STEFANO SPAZIANI (TESTI P.RUGGERI)
predatori 1 completopredatori 2 completopreatori filmato 1predatori 4 completopredatori completopredatori tavola 6
copertina retro

…la cripta di Anagni: “Cripta della salvezza” (di Valentina Campoli)

 

LA CRIPTA DELLA SALVEZZA

334636
http://benicultura.it/?p=15792

Nascosto nei sotterranei della��imponente cattedrale di Anagni ca��A? un piccolo tesoro sconosciuto ai piA?, nonostante si tratti di una delle opere da��arte meglio conservate nel panorama medievale italiano. Ben il 95% degli affreschi della cripta della chiesa infatti sono arrivati fino ad oggi, in un variegato gioco di luci e colori, a dimostrazione che quei secoli non erano affatto a�?buia�? come ci hanno fatto credere dal Rinascimento in poi.

La��incerta datazione degli affreschi rende ancora piA? affascinante e misteriosa la cripta, considerando anche il complesso apparato iconografico, molto difficile da interpretare.

266
p.ruggeri www.megalithic.it

Gli studi approfonditi e il restauro degli anni novanta hanno dimostrato che a dipingere la cripta furono tre diverse botteghe, provenienti da Roma e dalla��oriente, che furono impegnate ad Anagni probabilmente nella prima metA� del XIII secolo. Furono chiamate nella cittA� le piA? grandi maestranze della��epoca (non a caso Anagni era sede papale in quel periodo), come testimonia il maestoso pavimento musivo di tutta la chiesa ad opera della piA? famosa famiglia di marmorari, i Cosmati.

Ma cosa raffigurano gli affreschi?

download
http://benicultura.it/?p=15792

Il tutto si apre con il ciclo scientifico della Creazione e della corrispondenza tra la��uomo e gli elementi (fuoco, aria, acqua e terra), temi molto complessi e raramente rappresentati. Vi A? dipinto poi il ciclo della��Arca della��Alleanza, le storie di Elia ed Eliseo e di Abramo e Melchisedec, storie della��Apocalisse, storie agiografiche (la vita di San Magno e Santa Secondina, seppelliti proprio nella cripta) e i miracoli post-mortem dello stesso San Magno e altri santi.

Ogni dipinto ha un suo significato e niente A? lasciato al caso, perfino la posizione di ognuno di esso, caratteristica tipica di tutta la��arte medievale.A� Questo perchA� i cicli erano destinati a diversi tipi di pubblico. Solo gli ecclesiastici infatti potevano capire la complessa teoria umorale o la storia della��Arca, incomprensibile al popolo, che era piA? affascinato probabilmente dalle storie dei santi, che sentivano piA? vicini anche grazie alla presenza delle loro reliquie.

Ma perchA� dipingere interamente le pareti e le volte della cripta?

Il motivo A? semplice: propaganda religiosa.

l-uomo-al-centro-del

Nella��insieme i cicli rappresentano la storia della��uomo verso la salvezza. Prima la creazione, poi il vecchio testamento, poi ancora i santi e infine la��Apocalisse e la salvezza di Cristoa�� A? come dire: a�?Affidati a Dio e sarai salvo!a�?

Non mi dilungo nei dettagli iconografici perchA� libri e opuscoli ne sono pieni, e comunque rischierei di annoiarvi, perchA� in fondo la��arte non andrebbe nemmeno tanto spiegata, ma sentita.

E vi assicuro che le emozioni che sentirete entrando nella cripta saranno inspiegabili.

Quindi andate a vedere questo piccolo scrigno artistico, o come qualcuno la��ha chiamata, questa a�?piccola Sistina sotterraneaa�?.

(Valentina Campoli)

..Didascalie
(Alessandro Canali)
305
p.ruggeri www.megalithic.it

La sapienza esoterica dello stupor mundi ha probabilmente influenzato gli artefici degli affreschi che sono intrisi di simbolismi antichissimi, provenienti dalla tradizione ermetica, come il microcosmo del ciclo valentiniano di Achamoth, o le rappresentazioni dei cicli dell’arca dell’alleanza e dell’apocalisse, ancora non del tutto decifrate…

242
p.ruggeri www.megalithic.it:a�?

 

….da non dimenticare che la cripta della cattedrale di Anagni A? stata affrescata tra il 1209 e il 1231, anno in cui l’Imperatore Federico II vi si reca per incontrare il papa Gregorio IX a�?a��)

 

Passeggiata al centro storico di FROSINONE tra storia e leggenda.

Dopo 2 anni dall’ultima volta, l’Associazione Ci vediamo in provincia ripropone la passeggiata tra i vicoli del centro storico della nostra cittA� tra storia e leggenda in una versione aggiornata, con diversi ospiti in data 18 luglio a partire dalle 21.00.

10150689_568856506590375_2742870793385100965_n


Per spiegare meglio al curioso visitatore di cosa si tratti non resta che attivare, come in una ricerca al computer, un moderno zoom, ponendo la��obiettivo sulla monumentale opera in questione, per descrivere in un solo respiro il segreto che avvolge il centro storico di Frosinone e la maestosa sede della��odierna prefettura. ( –http://www.luoghimisteriosi.it/lazio/Frosinone/frosinone.html)

Il PROGRAMMA provvisorio dellaA�PASSEGGIATA AL CENTRO CON L’ASSOCIAZIONE CI VEDIAMO IN PROVINCIA- WWW.MEGALITHIC.IT– I PREDATORI DELLA CIOCIARIA PERDUTA A? il seguente:

– alle ore 21 appuntamento in Piazza della liberta (sacrario monumentale di Nicola Ricciotti) per la partenza del tour del centro storico
– il tour prevede un percorso di poco piA? di un kilometro da fare a piedi per una durata di poco piA? di un ora
– durante la passeggiata ripercorreremo diversi periodi storici frusinati dall’era preromana, all’era moderna
– saranno presenti ospiti come Massimiliano Mancini, e tutto lo staff del sito Megalithic.it
– alla fine del tour verranno consegnati ai vincitori di un piccolo quiz alcuni fumetti e spillette per promuovere il progetto dei ” I Predatori della ciociaria perduta”

In caso di massiccia presenza di persone ( > 20 ) aderenti, il percorso verrA� effettuato per due volte quindi prima partenza alle ore 21, seconda partenza ore 22.30


E’ possibile effettuare prima della prima partenza del tour e dopo la fine del 2A� tour un aperitivo in un locale del centro storico per conoscere meglio i protagonisti del tour ognuno a sue spese e senza ricavo per gli organizzatori .
L’adesione A? gratuita

CONTATTI:

per qualsiasi info 3498608857

mail : “civediamoinprovincia@gmail.com”

 

STAFF Comunicazone

Ass. Ci vediamo in provincia

Robert Bauval for www.Megalithic.it

257 271 274

 

 

 

 

 

Ad Alatri, oggi, nel solstizio d’estate (del 21/06/2015), abbiamo incontrato Robert Bauval grazie al nostro amico Ornello Tofani,dopo le presentazioni dovute, abbiamo chiesto a Robert Bouvall e Ornello Tofani di salutare i nostri amici e gli abbiamo regalato una copia del nostro fumetto dei Piccoli Predatori diA�Tecchiena 😀

277..ci vediamo anche con Paola Rolletta e Ilenia Lungo su MEGALITHIC.IT

 

 

Buona visione

https://youtu.be/0i2Okr5IxMc